Porti

ravenna 01 aprile 2016

Bonaccini e De Pascale: "Subito i nuovi vertici dell'AP"

01 aprile 2016 - ravenna - "Ora facciamo in fretta a nominare i nuovi dirigenti dell'Autorità portuale di Ravenna". Lo ha detto ieri sera il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, intervenendo alla cena per sostenere la candidatura di Michele De Pascale a sindaco di Ravenna. 

Al ristorante La Campaza, per la serata 'Insieme per Michele de Pascale', si sono ritrovate quasi 500 persone.

Durante la serata Bonaccini e de Pascale sono intervenuti sul ruolo di Ravenna in ambito regionale e su alcuni temi chiave della campagna elettorale.
In apertura de Pascale ha ribadito l’importanza di “essere capaci di mettere in campo un progetto, una visione, un’energia che sappia far ripartire questa città con entusiasmo, che chiami tutte le energie migliori a essere protagoniste”.

Sul tema del porto il candidato Sindaco ha sottolineato la necessità di portare a compimento il progetto di abbassamento dei fondali: “Sarò assillante su questo punto; noi dobbiamo nei prossimi 5 anni approfondire i nostri fondali, è una priorità assoluta”.
De Pascale ha inoltre posto l’accento sull’esigenza di migliorare la viabilità su strada: “Dobbiamo realizzare infrastrutture che ci consentano di collegare la nostra città in modo più veloce con il resto della regione e con il resto dell’Europa. Noi ci aspettiamo che nei prossimi anni Comune e Regione Emilia-Romagna, insieme, realizzino il collegamento fra Ravenna e la Ferrara-mare”.

Bonaccini ha annunciato che ieri la Conferenza Stato-Regioni ha dato via libera ai decreti attuativi sulla portualità e che quindi a breve si potrà ridare piena operatività all'Autorità Portuale di Ravenna e ha confermato l’importanza del compimento degli escavi per lo sviluppo della città: “Questa mattina abbiamo dato l’intesa al governo per la riforma della portualità; questa riforma porterà da 24 a 15 le autorità portuali; l’autorità portuale di Ravenna per la sua specificità è stata mantenuta. Ora però abbiamo bisogno di lavorare sulla nomina di nuovi dirigenti capaci di prendersi la responsabilità delle scelte insieme alle istituzioni, perché se non abbassiamo i fondali, il porto - che non è solo il porto di Ravenna, ma di tutta l’Emilia-Romagna –rischia di perdere un’opportunità che nei prossimi anni ci potrebbe far recuperare in competitività e dare vita a migliaia di nuovi posti di lavoro”.

Per quanto riguarda le infrastrutture Bonaccini ha concordato a pieno con de Pascale “Bisogna che colleghiamo Ravenna con Ferrara, non c’è dubbio, abbiamo già detto che c’è un progetto per una nuova superstrada e dobbiamo risolvere l’annosa questione del completamento della Statale 16”.



© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

bruxelles / Tonnage tax, la UE lo proroga di dieci anni

Entrerà in vigore l'1 gennaio 2019 e si prevede un impatto di 3,52 milioni l'ann ...

trieste / Il porto capofila di “Banana4growth”

Un carico pilota di 22 tonnellate di banane dall'India donato a 51mila persone i ...

venezia / Le opportunità della Via della Seta

Le nuove prospettive per il commercio tra Italia e Cina

omc 2019

Interviste ed Eventi

eventi / OMC 2019

Ravenna (Italia) dal 27/03/2019 al 29/03/2019

interviste / D'Agostino (Assoporti): "Nelle AdSP coinvolgere gli enti locali"

interviste / Fagnani (Ass.LL.PP.): "Ecco la via ferrata"

interviste / Rubboli (PRProgress): "Un solo varco crea problemi di sicurezza"

interviste / De Pascale (Sindaco): "Un sottopasso in via Trieste"

CSRLe Navi - SeawaysSersExportcoopAvvisatore MarittimocmcMartini VittorioCasadei GhinassiCompagnia Portuale RavennaCassa di Risparmio di RavennaMacportAgmarColumbia TranspostCofaceFioreTramacoConfartigianato RavennaServizi tecnico-nauticiRomagna AcqueConsar RavennaIntercontinentalSpedizionieri internazionali RavennaT&CBanca Popolare di RavennaSecomarCiclatCNA ImpreseCorship spaTCR SimapCNA Ravenna