Energia, Offshore

ravenna 30 gennaio 2019

Vertice nazionale in Municipio per il caso trivelle

Dal sindaco de Pascale inviti a Salvini e Boccia

30 gennaio 2019 - ravenna - Proseguono le azioni per cercare di fermare l'emendamento blocca trivelle. Per martedì è in programma in municipio un incontro di livello nazionale con imprese, sindacati, associazioni di categoria, lavoratori. "Entro il 12 febbraio – commenta il sindaco Michele de Pascale - il provvedimento in discussione deve essere trasformato in legge. Dobbiamo fare di tutto per convincere il governo che sta commettendo una follia sotto ogni punto di vista: sociale, scientifico, economico". L'invito è stato esteso, tra gli altri, al vicepremier Matteo Salvini e al presidente di Confindustria Vincenzo Boccia che è in contatto con il presidente di Confindustria Romagna, Paolo Maggioli.

Il deputato di Forza Italia, Giangaleazzo Bignami, sta preparando una contromossa per quando l'emendamento arriverà alla Camera. "Il M5stelle è il Movimento del ‘no a prescindere’" dice Bignami. Con l’emendamento cosiddetto ‘no triv’, approvato al Senato "senza alcun confronto preventivo pure richiesto a gran voce dal comparto dell’offshore, si blocca di fatto un intero settore". Alla Camera "mi attiverò con un emendamento soppressivo, proponendo di eliminare questo blocco inutile e dannoso. Lo ripetiamo, noi siamo per la tutela ambientale, che deve però essere perseguita con soluzioni concrete, realistiche e non con la propaganda di un Movimento 5stelle che mira a distruggere tutto in nome di una finta coerenza".

Il capogruppo Pd in Consiglio comunale, Fabio Sbaraglia, afferma che "su una vicenda così strategica per la nostra città come quella del futuro delle estrazioni, è insopportabile il silenzio della Lega. A Ravenna sono a rischio circa 5mila posti di lavoro nei prossimi due anni e né dalla capogruppo Gardin, né dal candidato sindaco leghista Massimiliano Alberghini è arrivata una sola parola. Anzi, l’ultima dichiarazione della Lega risale a più di un mese fa quando parlarono di ‘allarme ingiustificato’ e addirittura di ‘illazioni’".


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Energia, Offshore

ravenna / Offshore, manager Eni in cattedra all'università

Nuovo accordo con il campus ravennate dell'ateneo bolognese

ravenna / Rosetti Marino, Franco e Bellettini subentrano a Ranieri

Il consigliere delegato e v. presidente si è dimesso per motivi di salute

rimini / De Pascale: "Importare gas non aiuta l'ambiente"

Il sindaco all'incontro con Legambiente rilancia l'attività offshore nazionale

GENOVA

Interviste ed Eventi

interviste / Poggiali: “Pesanti disservizi negli uffici periferici dello Stato”

interviste / Belletti: "Va risolta la carenza di organico della sanità marittima"

interviste / D'Agostino (Assoporti): "Nelle AdSP coinvolgere gli enti locali"

interviste / Fagnani (Ass.LL.PP.): "Ecco la via ferrata"

interviste / Rubboli (PRProgress): "Un solo varco crea problemi di sicurezza"

FioreErmareCasadei GhinassiConfartigianato RavennaSpedizionieri internazionali Ravennacz lokoCNA RavennaambienteTCR CNA ImpreseRomagna AcqueNadepMartini VittorioConsar RavennaServizi tecnico-nauticiSersSimapIntercontinentalTramacoColumbia TranspostviamarCorship spaMacportCiclatCSRBanca Popolare di RavennaT&CCompagnia Portuale RavennaCassa di Risparmio di RavennaAgmarLe Navi - SeawaysExportcoopSecomarSfacsBperAngopi