Porti

roma 12 dicembre 2019

Allarme-fondali a Venezia: "Nostre navi a Ravenna"

Anche in laguna alle prese con burocrazia e vincoli eccessivi

12 dicembre 2019 - roma - Il problema dello scarso pescaggio e le relative nuove ordinanze della Capitaneria di porto di Venezia, agitano le acque dello scalo lagunare, al punto che si temono trasferimenti di mercantili a Ravenna e a Trieste.

"Essere qui oggi a parlare di emergenza e di sopravvivenza di un sistema portuale che è tra i più performanti del Paese è triste: non ce lo meritiamo" ha commentato il presidente dell’Autorità di sistema portuale Pino Musolino parlando ad una preoccupatissima assemblea dei lavoratori.
Purtroppo, tra vincoli e burocrazia, il sistema portuale italiano sta andando alla deriva al pari di altri settori strategici per il Paese: oil&gas, Ilva, Whirlpool.
Si ascolta Musolino e sembra di sentire parlare Daniele Rossi. "Da quando mi sono insediato ho sempre sostenuto con forza l’urgenza di effettuare gli escavi manutentivi per garantire l’operatività dei terminal" riprende Musolino. "Ora ci troviamo in una situazione emergenziale e, dopo tante promesse, attendiamo un protocollo fanghi aggiornato e il relativo piano morfologico della Laguna che deve individuare i siti di conferimento per i sedimenti". L’accesso al porto è infatti ancora limitato dai fondali che hanno bisogno di essere scavati, dopo che la Capitaneria di Porto ha limitato i pescaggi.
Per questo, hanno ribadito ieri i segretari regionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, "in molte banchine il lavoro continua a rallentare".

Il problema, quindi, non è se qualche nave in più opterà per Ravenna o Trieste, ma fino a quando reggerà un sistema-Paese dove un ministro della Repubblica (all'Istruzione) riesce a dire che "in un paio d'anni l'Eni deve uscire dalle attività petrolifere". Ma, al di là della stupidaggine di uscire dall'oil&gas, Fioramonti ha lontanamente idea di cosa sia una società quotata, di cosa significhi chiudere un pozzo petrolifero, rompere partnership internazionali ? #fioramontitornaacatu


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

ravenna / 24 maggio. PIR, cda e inaugurazione mostra nel giorno del centenario 24/05/2020

La targa: "Qui vi è stata felicità e crescita, persecuzione e battaglie, sconforto ...

ravenna / I cento anni della Petrolifera Italo Rumena 23/05/2020

Un libro, una mostra e due video per ricordare la storia dei depositi sul porto

ravenna / In corso l'imbarco sulla Jolly Vanadio 18/05/2020

L'armatore Paolo Messina in visita al terminal della Sapir accompagnato dal presidente ...

BLUE ECONOMY

Interviste ed Eventi

interviste / Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica" 16/03/2020

interviste / Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus” 15/03/2020

interviste / Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica” 14/03/2020

interviste / Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55" 13/03/2020

interviste / Ottolenghi (Confindustria): “L'aumento dell'Ires del 3,5% avvilisce le categorie interessate” 13/12/2019

Banca Popolare di RavennaTramacoErmareCNA RavennaCompagnia Portuale RavennaCorship spaMacportCiclatIntercontinentalConsar RavennaCassa di Risparmio di RavennaMartini VittorioRomagna AcqueambienteSfacsSersColumbia TranspostSimapCasadei GhinassiTCR BperNadepLe Navi - SeawaysT&CFiorecz lokoviamarAngopiCNA ImpreseConfartigianato RavennaOLYMPIA DI NAVIGAZIONEExportcoopAgmarSecomarCSRSpedizionieri internazionali RavennaServizi tecnico-nautici