Porti

bologna 13 febbraio 2020

E' Corsini l'assessore regionale a Infrastrutture e porto

Al ravennate l'assessorato più 'pesante' della giunta Bonaccini

13 febbraio 2020 - bologna - Andrea Corsini è il nuovo assessore regionale al Porto. Il presidente Bonaccini gli ha assegnato deleghe decisive come Turismo, Commercio, Infrastrutture e Porto. Un successo per Ravenna.

"Un grandissimo in bocca al lupo alla nuova giunta regionale - commenta il sindaco Michele de Pascale - nominata in poco tempo dal presidente Stefano Bonaccini e composta da nomi di altissima qualità. La nuova squadra di Bonaccini è sinonimo di continuità ma allo stesso tempo di grande innovazione.
Naturalmente non posso che dirmi estremamente soddisfatto per la conferma di Andrea Corsini quale assessore al Turismo e al Commercio; e sono ancora più contento e soddisfatto per il fatto che a queste due importanti deleghe si siano aggiunte quelle, fondamentali, alle Infrastrutture e ai Trasporti.
Durante la campagna elettorale sono stato al fianco di Bonaccini e avevo percepito con forza come egli intendesse dare risposte strategiche alle carenze infrastrutturali di tutta la Romagna e in particolare a quelle della provincia di Ravenna. Rispetto a questa priorità, la scelta di Corsini come assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti rappresenta il massimo che si potesse desiderare.

Conosco molto bene Andrea e collaboro con lui dal 2004. L’ho visto crescere, assumere ruoli via via sempre più importanti ed esercitarli con impegno, autorevolezza, passione e competenza; sono quindi particolarmente contento, perché la sua professionalità e il suo senso delle istituzioni meritavano questo riconoscimento.

Da ultimo, ma non per ultimo, ci tengo a sottolineare che il territorio romagnolo “guadagna” così un altro consigliere regionale, Gianni Bessi, che continuerà a svolgere un’importante attività per tutto il territorio romagnolo in particolare per quanto riguarda i temi delle politiche industriali, energetiche e agroalimentari".

Sull'elezione di Corsini, numerosi i commenti e le aspettative.

Confindustria Romagna esprime grande soddisfazione e plauso per la conferma dell’assessore Andrea Corsini nella giunta della Regione Emilia-Romagna, in particolare per la delega alle infrastrutture e ai trasporti che si aggiunge a quella del turismo.
“Abbiamo molto apprezzato l’operato dell’assessore nel precedente mandato, e siamo certi che saprà dare un contributo importante anche nel nuovo incarico, che riguarda un aspetto cruciale per imprese e cittadini come quello delle infrastrutture e dei trasporti – afferma il presidente Paolo Maggioli – lo diciamo da tempo: oggi la mobilità è il tema dei temi, che abbraccia in modo trasversale industria, turismo, cultura, studio e tempo libero. L’attrattività di un territorio si misura sempre più anche in base alla qualità delle sue connessioni, e per noi è particolarmente significativo che questa delega stata affidata a un assessore romagnolo, a cui vanno le nostre vive congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro. Nella nostra associazione troverà sempre un interlocutore aperto al confronto e alla collaborazione”.

“Esprimo grande soddisfazione per l'attribuzione delle deleghe alle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti ad Andrea Corsini, eletto all'Assemblea legislativa regionale in rappresentanza del territorio romagnolo, e riconfermato nella nuova Giunta regionale - afferma il presidente della Camera di commercio di Ravenna Giorgio Guberti -. Fin dal mio insediamento ho evidenziato quanto le infrastrutture e il potenziamento dei collegamenti tra il nostro territorio e il resto del Paese e dell'Europa siano strategici per lo sviluppo e la competitività delle attività economiche e per la qualità di vita dei cittadini. Un plauso quindi al presidente Bonaccini per aver riconosciuto le istanze avanzate con convinzione dal mondo istituzionale ed economico ravennate e romagnolo. Tutte le Istituzioni, compresa la Camera di commercio, devono essere in prima linea affinché si affrontino le prossime sfide con spirito positivo e costruttivo, lavorando con impegno per raggiungere obiettivi ambiziosi. Non faremo mancare il nostro appoggio per migliorare la mobilità e i collegamenti, sostenere con adeguate politiche la ripresa economica, puntando ad uno sviluppo che abbia a cuore la tutela dell'ambiente e il benessere della comunità nel senso più ampio del termine. I migliori auguri di buon lavoro ad Andrea Corsini e a tutta la Giunta regionale”.

Grande soddisfazione è stata espressa dal segretario provinciale del PD ravennate Alessandro Barattoni per la nomina della nuova giunta che affiancherà il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Nel formulare ai nuovi assessori gli auguri di un proficuo lavoro, Barattoni ha rivolto parole di particolare approvazione per la nomina del ravennate Andrea Corsini che assumerà le deleghe alle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti e al Turismo e Commercio.
“L'ingresso di Andrea Corsini nell'esecutivo guidato da Bonaccini – sottolinea Barattoni – va salutato con particolare compiacimento perché rappresenta il giusto riconoscimento al bagaglio di esperienza accumulato nella scorsa legislatura e al suo alto spessore tecnico e politico nonché ai consensi riportati durante l'ultima tornata elettorale. È stato premiato il grande lavoro svolto in questi anni da una figura di assoluta qualità, riconosciuta nell’intera regione.
Quello delle infrastrutture poi è un argomento molto importante per noi che abbiamo messo sul tavolo diverse priorità nel corso della campagna elettorale e ci attendiamo che questi temi siano basilari nel prossimo mandato".
Medesimo apprezzamento il segretario democratico ha espresso nei confronti del ritorno in Consiglio regionale di Gianni Bessi che prenderà posto in assemblea.
“Con Gianni Bessi – dice Barattoni – abbiamo condiviso un percorso significativo per il nostro territorio. La sua competenza ed esperienza rendono oggi ancora più importante la sua presenza tra i banchi del Consiglio, all'interno del quale non mancherà di distinguersi ancora una volta per il suo riconosciuto impegno e insieme a Manuela Rontini formerà una squadra di grande valore molto radicata sul territorio.
Durante quest’ultimo periodo – conclude Barattoni - ho visto una gran voglia di partecipazione democratica che ha fatto riempire le piazze per contrapporsi al rancore e all’antipolitica. Quindi rinnovo a tutti gli auguri di buon lavoro nella convinzione che sapranno operare al servizio dei cittadini intercettando le loro esigenze e le loro speranze”.

“Innovazione? No, Stefano Bonaccini salda i ‘debiti contratti’ durante  la campagna elettorale e conserva i ‘fedelissimi’ – affermano in una nota per la Lega Nord il deputato Jacopo Morrone, insieme ai consiglieri eletti in Romagna Massimiliano Pompignoli, Andrea Liverani, Daniele Marchetti e Matteo Montevecchi. – Una Giunta molto debole, quindi, e spostata verso la sinistra radicale, dove i moderati hanno un ruolo marginale. Come c’era da aspettarsi la Romagna è stata penalizzata, con il solo ravennate Andrea Corsini. Sorprende poi il nome
dell’outsider Paola Salomoni, nominata assessore a Scuola e Università, bolognese residente a Cesena, di fatto estranea alle logiche politiche romagnole. Nei fatti, amministratori, politici e noti candidati della Romagna sono stati esclusi dalla rosa dei prescelti. Un esempio per tutti Claudio Vicini, l’affermato medico dell’area di Italia Viva, il più votato della Lista Bonaccini in Romagna, che, anche a nostro avviso, avrebbe potuto essere un valente assessore alle Politiche per salute.
Purtroppo anche in questo caso la scelta è stata quella di premiare ‘un usato sicuro’ come Raffaele Donini, già criticato assessore ai Trasporti. Sul resto per ora stendiamo un velo, con l’unica eccezione della ‘sardina coraggiosa’ Elly Schlein, un nome che fa discutere. Schlein è stata la più votata di una lista di varie anime della sinistra che è arrivata al solo 3,77 per cento, eppure Bonaccini le ha affidato  un ruolo di primo piano”.

Per la Legacoop Romagna "La nuova giunta regionale del presidente Bonaccini, nei suoi elementi di continuità e innovazione, con l’inserimento di nuovi amministratori provenienti da diverse esperienze politico professionali e dai diversi territori della Regione, si presenta con tutte le carte in regola per poter dare attuazione ad un ambizioso e impegnativo programma di mandato.
Accanto alle priorità programmatiche individuate dall’ACI Emilia-Romagna per l’economia e la società regionale, abbiamo presentato ulteriori nostre proposte concentrate sulle esigenze e le necessità prioritarie del territorio romagnolo.
Temi come l’assetto istituzionale, a cominciare dalla costruzione della nuova provincia di Romagna, la carenza infrastrutturale del territorio e la necessità di rilanciare il Corridoio Adriatico come asse di sviluppo strategico del paese, il ruolo baricentrico della Romagna da valorizzare come terra della sostenibilità e dell’inclusione sociale, fino ai temi del lavoro da rimettere al centro di ogni azione politica che rappresentano per noi il terreno sul quale continuare quel confronto proficuo con le istituzioni che hanno caratterizzato questi anni di rapporto con la Regione.
“L’affidamento ad Andrea Corsini, oltre alla delega al turismo, anche di quella alle infrastrutture, vista la sua provenienza territoriale e la sua conoscenza del territorio, ci consentirà sicuramente di rafforzare le occasioni e le sedi di dialogo e discussione sul tema strategico delle reti e delle infrastrutture. Auguriamo quindi buon lavoro al presidente Bonaccini e a tutti gli assessori della sua giunta e gli rinnoviamo la nostra totale disponibilità al dialogo e alla collaborazione nel rispetto dei diversi ruoli".


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

roma / Ecco il decreto legge per la liquidità alle imprese 09/04/2020

I provvedimenti in vigore fino al prossimo 31 dicembre

ravenna / Coronavirus, iniziati i controlli sugli autotrasportatori esteri 08/04/2020

Predisposti due punti sanitari al T&C e in area San Vitale

ravenna / Autotrasporto, da mercoledì i controlli anti Covid 19 agli autisti 06/04/2020

In porto due aree per fermare i mezzi: T&C e San Vitale

BLUE ECONOMY

Interviste ed Eventi

interviste / Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica" 16/03/2020

interviste / Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus” 15/03/2020

interviste / Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica” 14/03/2020

interviste / Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55" 13/03/2020

interviste / Ottolenghi (Confindustria): “L'aumento dell'Ires del 3,5% avvilisce le categorie interessate” 13/12/2019

Martini VittorioBperCNA ImpreseTramacoMacportTCR FioreCassa di Risparmio di RavennaCiclatambienteSimapCompagnia Portuale RavennaSpedizionieri internazionali RavennaColumbia Transpostcz lokoNadepErmareExportcoopBanca Popolare di RavennaT&CviamarCorship spaRomagna AcqueConfartigianato RavennaCasadei GhinassiIntercontinentalServizi tecnico-nauticiAgmarConsar RavennaSecomarCSRSersCNA RavennaAngopiSfacsLe Navi - Seaways