Energia, Offshore

bologna 18 febbraio 2020

Bonaccini al governo: "Proroga stop estrazione gas è solo dannosa"

I sindacati nazionali in campo.Morrone incalza. Domani voto decisivo alla Camera

18 febbraio 2020 - bologna - Contro il blocco delle attività di esplorazione e produzione di gas, scende in campo il presidente della Regione Stefano Bonaccini. "La proroga dello stop all'attività estrattiva non porta con sè alcuna soluzione concreta e strutturale, aggravando le difficoltà e lasciando in una pericolosa incertezza l'intero comparto ravennate" afferma Bonaccini, che sulla misura nazionale chiede un incontro urgente al Governo.
"La green economy non si fa per decreto- spiega il governatore - e così non si dà alcuna risposta né sotto il profilo della tutela ambientale, viceversa sempre più urgente da affrontare, né per quanto riguarda gli aspetti economici e occupazionali, con l'effetto di fermare e danneggiare un settore strategico e avanzato, che andrebbe al contrario accompagnato nella transizione con politiche industriali. Settore che in Emilia-Romagna conta nel suo complesso mille imprese e 10mila lavoratori diretti".
"Si dovrebbe agire subito e bene, tenendo insieme ambiente e lavoro, avviando nel concreto una transizione energetica verso fonti rinnovabili, e - ha continuato il presidente della Regione Emilia Romagna - una conseguente conversione degli impianti, investendo a livello nazionale e non bloccando un intero comparto, che nel polo ravennate vede un avamposto di professionalità ed esperienze di altissimo livello, anche sul piano della sicurezza e della tutela ambientale. Ho la sensazione che da parte del decisore politico si conosca anche poco quanto e' stato fatto in questi anni nel nostro territorio".
Come Regione, prosegue il numero uno della Giunta regionale, "siamo pronti a fare la nostra parte ma è necessario che il Governo, per iniziativa del ministero dello Sviluppo economico, apra subito un confronto con le rappresentanze istituzionali, economiche e sociali, mettendo a valore quanto già si sta facendo in territori come Ferrara e Ravenna e un Piano energetico regionale come il nostro".Insediare un tavolo di crisi in Prefettura a Ravenna sul comparto dell’oil&gas, come chiesto dal sindaco Michele de Pascale, "è molto giusto", ma sono "inutili le lamentazioni confuse del presidente della Regione Stefano Bonaccini che si appella a Roma per un incontro". Ad attaccare, dicendo che "l’ipocrisia di Bonaccini supera ogni previsione", è il deputato della Lega Jacopo Morrone, che accusa il governatore di "aver taciuto la questione al segretario Pd Nicola Zingaretti in occasione della sua visita a Ravenna il 18 gennaio scorso", durante la campagna elettorale.

I sindacati  prendono posizione a livello nazionale. In una lettera inviata ieri, i segretari di Filctem Cgil Falcinelli, Femca Cisl Garofalo e di Uiltec Uil Piran, scrivono al ministro per lo Sviluppo economico Patuanelli per chiedere «un incontro urgente per condividere iniziative a sostegno del settore offshore in Italia».


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Energia, Offshore

ravenna / Trentesimo bilancio in utile per la Rosetti Marino SpA 05/04/2020

Per il 2020 pesante calo delle commesse nel settore Energy: il portafoglio ordini ...

ravenna / Da China Merchants Industry 55mila mascherine e altri Dpi per l'ospedale 27/03/2020

Il colosso cinese presente nell'offshore, nella cantieristica e nella finanza

ravenna / Offshore, impianto di Righini in viaggio per Israele 26/03/2020

Andrà in Mediterraneo a operare su un giacimento di gas e olio

BLUE ECONOMY

Interviste ed Eventi

interviste / Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica" 16/03/2020

interviste / Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus” 15/03/2020

interviste / Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica” 14/03/2020

interviste / Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55" 13/03/2020

interviste / Ottolenghi (Confindustria): “L'aumento dell'Ires del 3,5% avvilisce le categorie interessate” 13/12/2019

Confartigianato RavennaSersExportcoopT&CSfacsSpedizionieri internazionali RavennaambienteCNA RavennaTramacoBperBanca Popolare di RavennaCiclatCNA ImpreseSimapAgmarServizi tecnico-nauticiErmareCassa di Risparmio di RavennaConsar RavennaMartini VittorioMacportSecomarCorship spaLe Navi - SeawaysFioreCompagnia Portuale Ravennacz lokoCasadei GhinassiCSRTCR viamarNadepRomagna AcqueIntercontinentalAngopiColumbia Transpost