PARTECIPAZIONEEni Grande

Armatori, Cantieri

ravenna 11 settembre 2020

Dopo anni Rosetti vara una nuova piattaforma per il Mare del Nord

Salperà domattina e sarà destinata a produrre gas

11 settembre 2020 - ravenna - La piattaforma Tolmount parte domani mattina dal cantiere Rosetti Marino di Marina di Ravenna alla volta del Mare del Nord britannico.
Grazie a questa nuova piattaforma 'made in Ravenna', il Regno Unito potrà presto ridurre le sue importazioni di gas naturale (metano) - incrementando la propria produzione nazionale
- e perseguire la transizione energetica nell'osservanza del COP 21 di Parigi sui cambiamenti climatici, garantendosi nel contempo una maggior indipendenza di approvvigionamento dall'estero.
Il progetto ha comportato oltre 1.100.000 ore lavorate per una durata di 26 mesi.

La piattaforma, del peso complessivo di oltre 5.500 tonnellate, è stata interamente progettata e realizzata dalla Rosetti in Italia e contiene un gran numero di componenti tecnologiche costruite dalla filiera dell'Oil&Gas italiano.

Dopo circa 30 giorni di navigazione e la successiva installazione, la Piattaforma Tolmount fornirà gas naturale a centinaia di migliaia di famiglie del Regno Unito.
Per Rosetti Marino si tratta di una commessa del valore di oltre 125 milioni di euro, con enorme contributo all'occupazione ed all'export di Ravenna e della sua Provincia.

L'appalto è stato commissionato dalla londinese Hgsl-Humber Gathering System Limited. Il manufatto ha un peso complessivo di oltre 5,5 mila tonnellate, di cui circa 2200 il jacket, circa 1800 il deck e circa 2 mila i pali di fondazione. Per la costruzione l’occupazione ha raggiunto picchi di 400 addetti. La piattaforma è di proprietà della joint venture infrastrutturale tra Hgsl (membro del fondo Cats Management) e Dana Petroleum ed è stata gestita dal gruppo britannico Premier Oil Exploration & Production Uk.
Ieri mattina si è svolto il briefing tra l’azienda e i Piloti del porto per organizzare le operazioni di domattina. Erano presenti il Capo pilota Roberto Bunicci e il collega Raoul Frezza, gli stessi che gestiranno l’uscita del pontone con il pesante carico a bordo. Lungo il Candiano, il mezzo viaggerà regolato da quattro rimorchiatori, ad attenderlo fuori dall’imboccatura ci sarà la nave Carlo Martello.


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Armatori, Cantieri

tel aviv / Yair Seroussi nuovo presidente della Zim 16/10/2020

Numerosi operatori ravennati lavorano con la storica compagnia di Israele

roma / Assarmatori: "Contro il Covid resistenza a oltranza del trasporto marittimo" 05/10/2020

Cooperazione con Governo, istituzioni e parti sociali

ancona / Dal MIT 40 milioni per il potenziamento dello stabilimento Fincantieri 18/09/2020

L’AdSP ha proposto all’ammissione al finanziamento un dettagliato programma infr ...

Interviste ed Eventi

interviste / Fabbri (ITL): “Subito al lavoro sulla ZLS” 21/05/2020

interviste / Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica" 16/03/2020

interviste / Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus” 15/03/2020

interviste / Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica” 14/03/2020

interviste / Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55" 13/03/2020

Corship spaConfartigianato RavennaServizi tecnico-nauticiBperIntercontinentalviamarMacportRomagna AcqueConsar RavennaCSRT&CAngopiCasadei GhinassiSpedizionieri internazionali RavennaambienteSersCompagnia Portuale RavennaSfacsSecomarAcmarCassa di Risparmio di RavennaColumbia TranspostGRIMALDICNA RavennaFioreMartini VittorioAgmarCNA ImpreseExportcoopcz lokoSimapTCR Le Navi - SeawaysCiclatErmareNadepTramaco