Non fare finta di nienteEni Grande

Porti

ravenna 24 marzo 2017

Assorimorchiatori ha presentato “Towline Connected”

24 marzo 2017 - ravenna - Successo della serata promossa ieri al ristorante la Campaza, dal Propeller club presieduto da Simone Bassi. Protagonista dell'incontro il volume “Towline Connected” (edizioni Mistral), dato alle stampe grazie alla volontà del presidente nazionale di Assorimorchiatori, Luca Vitiello.

“Towline Connected” (edizione molto curata, dove le immagini hanno un ruolo determinante), racconta il lavoro svolto tutti i giorni nei porti italiani dai rimorchiatori. Il libro si avvale anche di tre preziosi interventi di esperti in materia: un ingegnere navale, un giurista ed un economista.

Cosa sia il “rimorchio portuale” è cosa ben nota agli addetti ai lavori. In sintesi, si tratta di rimorchio-manovra, rientrante tra i cd. servizi tecnico-nautici disciplinati dal codice della navigazione e dalla legge n. 84/1994, avente ad oggetto la prestazione di trazione o spinta ovvero di ausilio alla manovra della nave rimorchiata, in partenza od in arrivo od in movimento in ambito portuale, con equipaggio a bordo e impiego anche parziale della propria forza propulsiva, senza consegna dell’elemento rimorchiato.

Le navi in porto devono manovrare in sicurezza in spazi ristretti, tra altre navi e infrastrutture portuali, spesso in condizioni meteomarine avverse, e il servizio di rimorchio portuale risponde appunto a questa esigenza di sicurezza oltre a garantire un presidio h24 anche in assistenza alle competenti autorità per situazioni di necessità o di emergenza.
L’accesso al mercato del servizio di rimorchio portuale è subordinato all’ottenimento di una concessione attraverso una procedura di selezione ampia ed articolata, oggetto di recente disciplina normativa, al termine della quale il servizio assentito verrà svolto in via esclusiva.

Una “concorrenza per il mercato” dunque, ma anche “una concorrenza per la sicurezza”.
Il tema vero è però l’individuazione delle condizioni per cui la concorrenza si può effettivamente espletare o, in altri termini, la contendibilità del mercato.

In sala ad ascoltare la presentazione del libro, tutta la portualità ravennate.
E' stata anche l'occasione per illustrare i contenuti del prossimo OMC 2017, che si aprirà mercoledì 29.



© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

ravenna / In ottobre il porto perde il 16,7% 01/12/2020

Ancora male lo sbarco di cereali, arrivati 30 treni dall'Est Europa. Container giù, ...

roma / Presentato il nuovo Calendario istituzionale della Guardia Costiera 29/11/2020

Realizzato dal fotografo professionista e subacqueo Sergio Riccardo

livorno / E' scomparso Francesco Nerli 28/11/2020

Parlamentare, presidente di AP e di Assoporti, protagonista della legge di riforma ...

Interviste ed Eventi

interviste / Fabbri (ITL): “Subito al lavoro sulla ZLS” 21/05/2020

interviste / Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica" 16/03/2020

interviste / Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus” 15/03/2020

interviste / Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica” 14/03/2020

interviste / Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55" 13/03/2020

SecomarambienteAngopiAcmarConfartigianato RavennaCorship spaTCR BperT&CCassa di Risparmio di RavennaSpedizionieri internazionali RavennaviamarLe Navi - SeawaysFioreServizi tecnico-nauticiSersMacportRomagna AcqueSfacsColumbia TranspostCiclatCNA Ravennacz lokoSimapErmareIntercontinentalGRIMALDIExportcoopAgmarNadepCompagnia Portuale RavennaCNA ImpreseCasadei GhinassiCSRMartini VittorioConsar RavennaTramaco