Da energie diverse un

Interviste

ravenna 08 giugno 2023

Marcegaglia. Fiorini: «Banchina ampliata, fondali adeguati e nuova gru»

08 giugno 2023 - ravenna - Nei primi 5 mesi del 2023 nello stabilimento Marcegaglia Ravenna sono state sbarcate 1.378.000 tonnellate pari a un -18% rispetto allo scorso anno, “soprattutto in ragione di previsioni che si sono rivelate più pessimistiche di quanto poi in realtà non si sia registrato”. Come mai questa reazione negativa del mercato? 

Ne parliamo con Aldo Fiorini, direttore generale dello stabilimento Marcegaglia di Ravenna.

 

“In effetti, il livello produttivo dello stabilimento ha subito una contrazione solo del 4,5%. Questo ha comportato una conseguente riduzione delle scorte nel magazzino materia prima, scorte che ora si stanno ripristinando”. 

 

Anche per l’acciaio, come per l’argilla nel settore ceramico, l’invasione russa dell’Ucraina vi ha costretti a cercare nuovi Paesi fornitori.

“Marcegaglia oggi può contare su un parco fornitori ben più ampio di qualche anno fa. Abbiamo potenziato i nostri rapporti con Giappone, Corea, Australia, Vietnam, India tutti mercati di approvvigionamento che si affiancano ai fornitori italiani ed europei. 

Tanto che in questo mese di giugno, ma anche nei prossimi mesi di luglio e di agosto, la banchina Marcegaglia (che movimenta ogni anno oltre 3,5 milioni di tonnellate di acciaio) registrerà un sostanzioso arrivo di materia prima. Il trasporto di materia prima avviene per quasi la totalità via nave, solo in parte via treno”.

 

E per quanto riguarda il prodotto finito.

“Per le spedizioni di prodotto finito, nel 2022 il trasporto non su gomma (treno e nave) ha quasi equiparato in volume quello su gomma, con conseguenti benefici sia sul traffico stradale, sia sulle emissioni in atmosfera. Lo stabilimento di Ravenna è il più grande stabilimento metallurgico e il più importante polo logistico e intermodale per le attività industriali e commerciali della filiera produttiva di tutto il Gruppo: per questo motivo è in fase di ampliamento la banchina portuale per la movimentazione dei coil (sbarco materia prima e spedizioni)”.

 

Siete interessati dai lavori di approfondimento dei fondali, il progetto Hub Portuale?

“Anche in collaborazione con l’Autorità Portuale si sta lavorando per adeguare la profondità dei fondali e permettere così il transito a navi di diverse conformazioni e ottimizzare il traffico marittimo: questa trasformazione, insieme a un investimento di circa 6 milioni di euro per una nuova gru, dovrebbe essere portata a termine entro ottobre di quest’anno”. 


© copyright Porto Ravenna News

CONDIVIDI

Interviste ed Eventi

interviste / Giornata del Mare. Maltese: «È un invito del mare a partecipare al suo grande gioco»

Giornata del Mare. Maltese: «È un invito del mare a partecipare al suo grande gioco»

interviste / Piano Regolatore del Porto. Modimar e Seacon si sono aggiudicate la gara

Piano Regolatore del Porto. Modimar e Seacon si sono aggiudicate la gara

interviste / Silvestroni (Roca). «Pitesai bocciato? Un sollievo»

Silvestroni (Roca). «Pitesai bocciato? Un sollievo»

interviste / Rossi (AdSP): «Rigassificatore, porto di Ravenna primo hub energetico del Mediterraneo»

Rossi (AdSP): «Rigassificatore, porto di Ravenna primo hub energetico del Mediterraneo»

interviste / Compagnia Portuale. Grilli: «2023, un anno impegnativo»

Compagnia Portuale. Grilli: «2023, un anno impegnativo»

dragaggiConsar RavennaCorship spaConfcommercio RavennaTramacoSagemColumbia TranspostAcmarCSRCiclatOlympiaNadepMacportItalmetFioreSersMartini VittorioSfacsTCR SecomarFedepilotiBperT&CServizi tecnico-nauticiGrimaldiAngopidonelliviamarRomagna AcqueIntercontinentalConfartigianato RavennaCassa di Risparmio di RavennaExportcoopCasadei GhinassiCNA partiArco LavoriAgmarCompagnia Portuale RavennaLe Navi RavennaSpedizionieri internazionali Ravenna