Da energie diverse un

Interviste

ravenna 22 maggio 2023

Savorani (Confindustria): «Donbass distrutto, ora l’argilla bianca arriva da Turchia, India, Portogallo e Sardegna»

22 maggio 2023 - ravenna - Nel primo quadrimestre 2023 il porto di Ravenna ha movimentato in import 1,4 milioni di tonnellate di materie prime per la produzione di ceramiche del distretto di Sassuolo, pari a una crescita del 3,4% rispetto al 2022.

“Certamente il 2022 è stato un anno difficile per il nostro settore - commenta Giovanni Savorani, presidente di Confindustria Ceramica - a causa della perdita della fornitura di argilla dal Donbass, in Ucraina, dovuta all’invasione russa. Fortunatamente, ora il mercato si sta stabilizzando.

Come ha reagito l’industria ceramica al venir meno di una fonte di approvvigionamento primaria? 

“Abbiamo iniziato a importare argilla bianca dall’India, anche se ciò ha comportato un incremento di costo, poi da Germania, Turchia, Portogallo e Sardegna. Naturalmente le difficoltà maggiori le incontriamo proprio in Sardegna, dove i permessi di estrazione richiedono tempo lunghissimi” aggiunge Savorani.

In questo contesto, il porto di Ravenna mantiene la sua centralità?

“Tutte le argille che vengono da nuovi mercati viaggiano in nave. Inoltre, lo scalo ravennate ha una infrastruttura preparata logisticamente per la movimentazione dell’argilla e ciò fa aumentare la competitività. Contiamo che con l’escavo dei fondali questo ruolo pesi sempre più”.

I volumi sono diminuiti? 

“Nel primo trimestre 2023 la flessione delle esportazioni di ceramiche, in volume è nell’ordine del 25% e interessa tutti i mercati. Un calo che riguarda anche l’Italia, anche se con cifre inferiori al 10%. In contrazione i fatturati esteri nell’ordine del 13%, mentre quello italiano registra un segno positivo di alcuni punti percentuali. 

Senza dubbio, dopo lo straordinario exploit dei primi sei mesi del 2022, un ritorno su valori più bassi poteva essere prevedibile, anche se il calo trova una sua spiegazione soprattutto nel profondo cambiamento dello scenario, caratterizzato da tassi di interesse cresciuti repentinamente, una fortissima resilienza dell’alta inflazione, l’esaurimento della fiammata dei consumi post lockdown, il peggioramento del clima di fiducia dei consumatori. 

In questo contesto la competizione internazionale si fa ancor più accesa e altissima è l’attenzione dell’industria italiana ed europea affinché tutti gli esportatori, tra cui quelli di India e Cina, applichino le regole del Fair Trade. 

Sul costo dell'energia, cosa si può dire? 

La flessione dei prezzi dell’energia termica ed elettrica è un dato positivo, anche se rimangono aperti tutti i problemi strutturali, quali l’assenza dei decreti attuativi finalizzati ad aumentare di 2 miliardi di metri cubi l’estrazione di gas nazionale, da destinare ai settori gasivori, e una riforma degli ETS destinata ad aggravare ulteriormente le penalizzazioni competitive per l’industria UE. 

Il punto sulle infrastrutture?

Per quanto riguarda le infrastrutture - prosegue Savorani - voglio innanzitutto riconoscere, con favore, gli interventi sulla linea ferroviaria Modena Sassuolo finalizzati a eliminare il passaggio a livello sulla Pedemontana, il progetto di fattibilità per il terzo ponte sul Fiume Secchia, destinato a meglio fluidificare il traffico a corto raggio, come anche agli investimenti per aumentare il pescaggio e dotare il Porto di Ravenna di due stazioni ferroviarie direttamente sulla banchina.D’altra parte, debbo registrare l’assenza di novità in merito alla Bretella Campogalliano Sassuolo, al raddoppio della Pedemontana nel tratto ad una corsia a Sassuolo e nel raccordo ferroviario tra lo scalo merci di Marzaglia e quello di Dinazzano”. 


© copyright Porto Ravenna News

CONDIVIDI

Interviste ed Eventi

interviste / Giornata del Mare. Maltese: «È un invito del mare a partecipare al suo grande gioco»

Giornata del Mare. Maltese: «È un invito del mare a partecipare al suo grande gioco»

interviste / Piano Regolatore del Porto. Modimar e Seacon si sono aggiudicate la gara

Piano Regolatore del Porto. Modimar e Seacon si sono aggiudicate la gara

interviste / Silvestroni (Roca). «Pitesai bocciato? Un sollievo»

Silvestroni (Roca). «Pitesai bocciato? Un sollievo»

interviste / Rossi (AdSP): «Rigassificatore, porto di Ravenna primo hub energetico del Mediterraneo»

Rossi (AdSP): «Rigassificatore, porto di Ravenna primo hub energetico del Mediterraneo»

interviste / Compagnia Portuale. Grilli: «2023, un anno impegnativo»

Compagnia Portuale. Grilli: «2023, un anno impegnativo»

Spedizionieri internazionali RavennaSagemdonelliAngopiviamarConfcommercio RavennaCiclatAgmarIntercontinentalMartini VittorioColumbia TranspostSfacsOlympiaArco LavoriItalmetSersTramacoCasadei GhinassiCNA partiFioreT&CdragaggiCorship spaCSRCompagnia Portuale RavennaServizi tecnico-nauticiExportcoopAcmarMacportConsar RavennaLe Navi RavennaTCR Confartigianato RavennaRomagna AcqueFedepilotiNadepGrimaldiCassa di Risparmio di RavennaBperSecomar